PEC: posina.vi@cert.ip-veneto.net (La casella di Posta Elettronica Certificata riceve esclusivamente da altre PEC)
Codice IBAN: IT 49 C 02008 88380 000003469734 | BIC Swift: UNCRITM1R66 | Codice univoco: UFJM3G

Versione accessibile

ferragosto-laghetto_Antonio-Sicara.jpg

Monti Novegno Majo Maggio Gamonda

Posina è circondata da montagne.
Oltre al Monte Pasubio, che è la montagna più conosciuta e ricca di storia della zona, vi sono altre mete escursionistiche molto interessanti.
Tutte sono raggiungibili percorrendo i sentieri CAI che partono dalle varie contrade di Posina.

Eccone una brevissima descrizione: per maggiori informazioni si faccia riferimento alla sezione 'pubblicazioni'.


Massiccio del Novegno

Posizionato a sud di Posina, anche questo gruppo montuoso è stato protagonista di sanguinose battaglie durante la Grande Guerra 1915-18.
Da Fusine e da Posina risalgono alcuni sentieri che conducono nei punti più conosciuti del Massiccio: Busa Novegno, con il vicino monte Rione, ed il monte Priaforà, ricco di gallerie e conosciuto per il 'buco sulla roccia' ovvero la famosa 'Priaforà'.
Dovunque vi sono segni della Grande Guerra. Molti punti panoramici, fra i quali segnaliamo il Monte Caliano e il 'Casteleto', nei pressi del Colletto di Posina. Da queste località si hanno delle bellissime vedute sulla Valposina.
Questi sentieri sono solitamente innevati sino a tarda primavera, per la loro esposizione a nord.
Solitamente sono molto più frequntati i sentieri che salgono al Novegno da sud, partendo dall'Altopiano di Tretto.


Monte Majo e Monte Maggio

La cresta montuosa che si snoda dal Monte Majo al Monte Maggio attraverso la Borcoletta e poi proseguendo intorno alle Valli di Laghi, avente una forma 'a ferro di cavallo' è conosciuta anche come 'Corona di San Marco'. Una serie di sentieri la percorrono interamente lungo il crinale.
Anche in questi monti le tracce lasciate dalla (triste) storia sono ancora molto evidenti: trince e piccole fortificazioni nella roccia sono sparse un pò dappertutto.
Monte Majo è la montagna più vicina a Posina, particolarmente cara ai posenati. La si risale solitamenta da sud salendo da contrà Xausa.
A Monte Maggio si sale dal passo della Borcola, oppure da varie valli che partono da Laghi, oppure ancora, con molta meno fatica e dislivello, da Passo Coe.
Note: fate attenzione alla presenza di vipere, soprattutto nelle zone esposte al sole e nei mesi più caldi.


Monte Gamonda

Il monte Gamonda, posizionato a spartiacque fra i comuni di Posina e Lahi, poco noto perchè di modesta altitudine fra montagne più alte, ha dei tratti caratteristici che lo rendono singolare soprattutto nel versante che guarda verso Fusine. Costituì un solido caposaldo e un ottimo osservatorio verso la linea dei Monti Majo e Seluggio.
Una vecchia mulattiera militare lo percorre interamente.
Note: salita di un certo impegno; in certi punti in alto non è da sottovalutare la pericolosità del luogo; molto belli i luoghi, caldi però nel periodo estivo; fate attenzione alla presenza di vipere e a dove mettere i piedi perché in certi punti, se non si sta attenti, è facile anche scivolare o cadere.


 

Unione Montana
Pasubio Alto Vic.no
Associazione dei 5
Comuni del Pasubio
Ecomuseo della
Grande Guerra
Incontri italo-
austriaci della pace
De.Co. vicentine
comune di Posina
Marchio Prodotto
della Val Posina