PEC: posina.vi@cert.ip-veneto.net (La casella di Posta Elettronica Certificata riceve esclusivamente da altre PEC)
Codice IBAN: IT 49 C 02008 88380 000003469734 | BIC Swift: UNCRITM1R66 | Codice univoco: UFJM3G

Versione accessibile

panorama-valposina_Adelino-Fioraso.jpg

Centro museale di Fusine

centro-documentazione-grande-guerra-fusine
Un museo all'aperto tra le Prealpi vicentine, per valorizzare i luoghi che conservano il ricordo delle battaglie della prima guerra mondiale.
A causa delle terribili battaglie avvenute oltre ottant'anni fa, il territorio prealpino è profondamente segnato dai resti dei manufatti realizzati dagli eserciti belligeranti: forti, trincee, camminamenti, caverne, postazioni di mitragliatrici e cannoni, acquedotti, teleferiche, strade, baraccamenti, cippi, cimiteri di guerra e monumenti, luoghi delle battaglie ma anche luoghi della vita quotidiana dei soldati. Tutto ciò manifesta ancora oggi, a distanza di molti anni, la complessità e la dimensione di una presenza che ha indelebilmente marcato il territorio.

L'ecomuseo nasce dalla collaborazione tra le Comunità Montane di Schio, Arsiero, Valdagno e dell'Altopiano e dei Comuni di Valli, Posina e Recoaro, per unificare iniziative di recupero finora limitate e disomogenee. Tra gli interventi più significativi: l'ex scuola di Fusine a Posina, inaugurata nell'estate 2008, che è diventata centro espositivo stabile e di documentazione e che sarà coinvolto in una rivalutazione e descrizione di luoghi, fatti e circostanze, e soprattutto la Strada delle 52 Gallerie sul Pasubio, testimonianza del lavoro della 33a Compagnia di minatori che la costruì in dieci mesi per ovviare all'occupazione austriaca della strada degli Scarrubi.

Visita il sito ufficiale dell' Ecomuseo della Grande Guerra:

Unione Montana
Pasubio Alto Vic.no
Associazione dei 5
Comuni del Pasubio
Ecomuseo della
Grande Guerra
Incontri italo-
austriaci della pace
De.Co. vicentine
comune di Posina
Marchio Prodotto
della Val Posina