Versione accessibile

autunno-lambre-bosco-Marc-Armand.jpg

AVVISO IMPORTANTE

Questo sito web posina.info era il vecchio sito del comune di Posina.
Il nuovo sito web ufficiale del comune di Posina
è visitabile a questo indirizzo

www.comune.posina.vi.it

 

Notizie

Webcam in diretta, notizie, comunicati stampa, rassegna stampa, calendario avvenimenti.
Per rimanere sempre aggiornati su tutto quello che succede a Posina e dintorni.

Festa di fine anno della Scuola Primaria di Posina

. Postato in Notizie dal comune

MARTEDI’ 3 GIUGNO 2014 ALLE ORE 20.00

PRESSO LA PALESTRA DELLA SCUOLA PRIMARIA

festa-fine-anno-scuola-primaria-posina

Con presentazione del progetto “Alle radici di Posina”,
realizzato in collaborazione con il Comune di Posina
e con il patrocinio della Regione Veneto.

Per presentarlo saranno con noi:

  • l’Assessore al Turismo della Regione Veneto Marino Finozzi
  • Aurora Soranzo
  • il gruppo di “Valincantà”
  • Dino da Sandrà

Serata informativa - 16 aprile 2014

. Postato in Notizie dal comune

Posina-16-aprile-2014 locandina

STAI PENSANDO DI PRENDERTI UN ANIMALE?

…una Capra, un Asino…

MA NON SAI COME FARE?…

PARTECIPA ALLA SERATA INFORMATIVA CHE SI TERRA’

MERCOLEDI’ 16 APRILE 2014 ORE 20:30
PALESTRA COMUNALE di POSINA

Relatori

Dott. Fabrizio De Stefani
Direttore del Servizio Veterinario d’Igiene degli Alimenti – Direttore del Dipartimento di Sanità animale e sicurezza alimentare

Dott. Alberto Piovanelli
Direttore f.f. Servizio Sanità Animale e Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche

Allegato: 16-aprile-2014-locandina-animali.pdf

Nuovi riconoscimenti per l'incontro italoaustriaco della Pace del 27 luglio 2014

. Postato in Notizie dal comune

LogoUfficialeGrandeGuerraUlteriori notizie sull'evento che si terrà a Posina, il giorno 27 luglio 2014: il 23° incontro italo-austriaco di pace.

Da Palazzo Chigi è arrivata la notizia che l'edizione 2014 dell'Incontro italoaustriaco della pace di Posina del 27 luglio 2014 ottenuto l'alto onore di fregiarsi del logo ufficiale della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il Centenario.

Nello stesso tempo anche la Germania non ha voluto essere da meno, inviando il logo ufficiale del Volksbund (Il Volksbund Deutsche Kriegsgräberfürsorge e. V. è una associazione umanitaria tedesca riconosciuta come un servizio pubblico, fondato il 16 dicembre 1919, che si occupa di mantenere le tombe delle vittime di guerra).

Per la Comunità di Posina è sicuramente un grande onore.

SCARICA IL PROGRAMMA DELL'EVENTO

italiano pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_italiano.pdf

deutsch pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_deutsch.pdf

english pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_english.pdf

italiano pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_francais.pdf

russian pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_russian.pdf

hungarian pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_hungarian.pdf

Maggiori informazioni sull'evento

Disponibile il programma del 23° incontro italo-austriaco della pace

. Postato in Notizie dal comune

thumb Posina-incontro-italo-austriaco-2014Ulteriori notizie sull'evento che si terrà a Posina, il giorno 27 luglio 2014: il 23° incontro italo-austriaco di pace.

Dopo decenni dall’inizio della Grande Guerra sono numerose le iniziative che intendono ricordare ed onorare i Caduti. Anni fa è nata però un’ iniziativa particolare, gli Incontri italo-austriaci della Pace, divenuti ormai una tradizione e noti anche a livello internazionale. Ideatore ed organizzatore instancabile è il Comm. Viceconsole on. em. Mario Eichta, figlio di un internato trentino a Katzenau, poi confinato a Hollabrunn, che ha sentito l’esigenza del ricordo di tutte le Vittime della Grande Guerra, sia militari che civili.

SCARICA IL PROGRAMMA DELL'EVENTO

italiano pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_italiano.pdf

deutsch pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_deutsch.pdf

english pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_english.pdf

italiano pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_francais.pdf

russian pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_russian.pdf

hungarian pdfprogramma-23-incontro-italo-austriaco-posina-2014_hungarian.pdf

Maggiori informazioni sull'evento

A Posina il 27 luglio 2014 il 23° incontro italo-austriaco della pace

. Postato in Notizie dal comune

thumb Posina-incontro-italo-austriaco-2014Si terrà a Posina, il giorno 27 luglio 2014, il 23° incontro italo-austriaco di pace.

Dopo decenni dall’inizio della Grande Guerra sono numerose le iniziative che intendono ricordare ed onorare i Caduti. Anni fa è nata però un’ iniziativa particolare, gli Incontri italo-austriaci della Pace, divenuti ormai una tradizione e noti anche a livello internazionale. Ideatore ed organizzatore instancabile è il Comm. Viceconsole on. em. Mario Eichta, figlio di un internato trentino a Katzenau, poi confinato a Hollabrunn, che ha sentito l’esigenza del ricordo di tutte le Vittime della Grande Guerra, sia militari che civili.

Maggiori informazioni sull'evento

La “Mostra mercato” successo di visitatori

. Postato in Rassegna stampa

POSINA. La storica manifestazione ha proposto i prodotti locali

IL GIORNALE DI VICENZA DEL 28/10/2013

28-10-2013 GDVUn anno fa, per il maltempo, il sindaco Andrea Cecchellero decise di annullare l'ennesima edizione della storica “Mostra mercato dei prodotti ortofrutticoli locali”. Le solite Cassandre ne avevano decretato la fine. Invece, la Fiera dell'agricoltura valliva e ruspante, ma anche del piccolo artigianato, punto fermo nella programmazione delle manifestazioni culturali annuali, riproposta nell'ultima domenica ottobrina dall'amministrazione comunale con la collaborazione della Pro loco, ha di nuovo fatto centro, attirando un mare di visitatori. Dopo una prima mattinata di relativa affluenza, causa il ritorno all'ora solare e il cielo uggioso, le auto hanno risalito la valle sempre più numerose e in lunga fila. Quelli che sono arrivati alle porte del paese dopo le 11, hanno incontrato i carabinieri in congedo che li hanno indirizzati a parcheggiare nell'area periferica delle Fonti Lissa. D'obbligo, quindi, un paio di km a piedi, con negli occhi lo screziato spolvero d'oro dei boschi di faggio, magari invidiando chi, sacco di patate in spalla, stava già tornando alla propria macchina, dopo aver fatto provvista di tuberi delle pregiate qualità bintia, desirèe, spunta, lisetta e primula, il cui gusto è esaltato nella Val Posina dalla forte escursione termica tra il giorno e la notte. Il via vai è continuato e si è fatto ancora più intenso dal pomeriggio, tanto da affollare ogni spazio dell'ampia zona sportiva, dov'erano allestiti punti vendita e chioschi, stand promozionali e padiglioni per la degustazione degli gnocchi. «Se avessimo avuto qualche quintale in più di fagioli scalda e del diavolo - ha detto una volontaria - avremmo favorito la Parrocchia da quante richieste abbiamo avuto». Ben presto esaurite le scorte dei fagioli locali, ad essere presi d'assalto sono stati i banchi dei prodotti lattiero-caseari: caciotta, ricotta, formaggio d'allevo e stagionato, burro paglierino. A mezzogiorno, dopo la sfilata dei trattori, sopresse e salami erano già finiti. Tante le altre bancherelle presenti: noci, nocciole castagne, marroni, funghi; tartufi nostrani; le fritole de pomo; cavoli-capucci dalle forme inusitate; verze, porri, piccole mele nostrane. Prodotti coltivati senza additivi. L'azienda agricola e fattoria didattica "Il giglio Rosso", attiva ai Zovari, vicino a Laghi, ha esposto vasetti col miele di acacia e millefiori, tisane del benessere, frutta sciroppata e marmellate fatte in casa, come una volta. Poi, sono state le caldarroste, cotte dagli alpini, a catturare il gusto di quanti si sono fermati per godere ogni momento di una "vetrina" dai dolci colori e sapori autunnali.

Giovanni Matteo Filosofo

Mostra Mercato dei Prodotti tipici locali 2013

. Postato in Notizie dal comune

SABATO 26 / DOMENICA 27 OTTOBRE 2013

mostra-mercato-2013

PROGRAMMA

Apertura mercatino
Sabato 14,00-18,00
Domenica 8,00-19,00


Sabato 26 OTTOBRE 2013

Dalle ore 11,00 alle 17,00

“Gnoccolando per Posina” passegiata enogastronomica alla ricerca del miglior piatto di gnocchi.
Locali aderenti: Chiosco al Lago, Pro Loco Posina, Ristorante al Garibaldino, Trattoria all’Apino;
Iscrizioni presso la Pro loco costo 10,00 € comprendente 4 degustazioni di gnocchi.

Ore 18,00 presso la palestra comunale

Incontro con l’archeologo Michele Busato
"La Pedemontana vicentina, alcuni millenni di frequentazione umana. Archeologia e territorio alla scoperta delle antiche genti e delle loro tracce".

Ore 20,30 Presso la Trattoria all’Alpino

cena con i prodotti de na volta
Menù:
Antipasto: poenta brustolà, funghi e sopressa;
Primi piatti: menestron de tajadele e faxoli scalda, pianeta de gnochi con sughi dea casa;
Secondi: poenta mola e cervo, faraona al forno con el tocieto, contorni di stagione; 
Dolce e caffè.
Per info e prenotazioni: Trattoria all’Alpino 0445-748019.


Domenica 27 OTTOBRE 2013

Ore 10,30 Benedizione mezzi agricoli

Ore 12,00 Apertura Stand gastronomici

Ore 15,00 intrattenimento musicale

Camminata delle Tradizioni 2013

. Postato in Notizie dal comune

A passeggio tra l'incanto dei boschi autunnali della Valposina tra ricordi, prodotti tipici e vecchi sapori

thumb CamminataTradizioni2013 Nelle contrade si rivivranno varie attività del passato e ci saranno assaggi di caldarroste e prodotti tipici.

Possibilità di pranzare allo STAND GASTRONOMICO della PRO LOCO con piatti caratteristici.

Ore 8.30 - Partenza a gruppi con guida dagli impianti sportivi di Posina

QUOTA DI ISCRIZIONE:

6 euro - adulti
4 euro - ridotto 6-10 anni
GRATIS - fino a 6 anni

La quota comprende: assicurazione, guida, 4 ristori con assaggi di prodotti locali

Piatto di gnocchi OMAGGIO ai bambini fino a 10 anni.

NUOVO PERCORSO Km 10 circa (diffcoltà media)

INFORMAZIONI

prolocoposina@libero.it
cell. 392 5048660

Roberto Lorenzato
cell. 349 2819504

Addio dopo un secolo e mezzo alla stazione dei carabinieri

. Postato in Rassegna stampa

POSINA. Il trasloco ad Arsiero dei militari è avvenuto per decisione del ministero dell'Interno Il luogotenente Bruno Granello è stato trasferito alla stazione di Valdastico di cui è comandante

DAL GIORNALE DI VICENZA DEL 14/09/2013

14-09-2013 GDVI tagli delle spese colpiscono anche l'organizzazione dell'Arma. La stazione dei carabinieri di Posina non esiste più. La caserma è ancora al suo posto, in via Canova, a testimonianza di quando la presenza delle forze dell'ordine sul confine fino al 1918 aveva un significato. Perché l'Arma in vallate esisteva dall'Unità, quindi da oltre 150 anni. Il trasloco è avvenuto il 31 luglio, data di solito collegata alla partenza per le vacanze. Il luogotenente Bruno Granello ha lasciato dopo anni quella fetta di Prealpi per trasferirsi a Valdastico, dove mantiene il ruolo di comandante della stazione. I suoi tre militari si sono trasferiti ad una manciata di chilometri di distanza, nella caserma di Arsiero, agli ordini del maresciallo Claudio Burello. Una decisione ministeriale come tante di questi tempi, nell'ottica della razionalizzazione, perché risorse non ce ne sono e gli avamposti meno necessari finiscono col venire tagliati. Si temeva anche per Valdastico ma quella località, oltre ad essere più lontana da Arsiero, è più baricentrica rispetto ad un territorio che più a monte propone Comuni come Pedemonte e Lastebasse. Il taglio di Posina era nell'aria da diversi anni ma, come tutte le vicende considerate negative, si spera sempre che venga rimandata all'infinito. Invece la caserma è stata svuotata. Il sindaco Andrea Cecchellero non se la prende più di tanto. «Ce l'avevano già comunicato a giugno. Come amministrazione comunale ci siamo mossi per vedere cosa si poteva fare per far recedere il ministero dell'Interno ma abbiamo capito subito che sarebbe stato inutile. Purtroppo simili scelte non spettano a noi, altrimenti sarebbe andata diversamente». Va anche detto che a Posina non ci sono particolari problemi di ordine pubblico: «Il presidio territorio sarà garantito dalla stazione di Arsiero, dove ci sono tre dei “nostri” carabinieri che lo conoscono bene - conferma il sindaco. - Ci sentiamo tutelati a sufficienza. Certo, una volta qui era diverso, eravamo Comune di confine con l'Austria e lavoro ce n'era per i militari». Storie di quasi un secolo fa, di traffici loschi e contrabbandieri, roba sospesa tra leggend e realtà. Rimane però una presenza storica che svanisce, un pezzo di paese che se ne va anche se la caserma, almeno per ora, non la tocca nessuno: «Di fronte a simili decisioni siamo impotenti», chiosa Cecchellero, a capo di una comunità che non supera i 600 abitanti (594 secondo il censimento 2011) suddivisi fra il centro, la frazione di Fusine e numerose contrade sparse in ltre 43 chilometri quadrati di superficie montana, tra vette che hanno fatto la Storia d'Italia, quella con la “S” maiuscola e dove fra poco più di un anno cominceranno le celebrazioni per il centenario della Grande Guerra. Di recente Posina ha scelto di stare con Schio come Comunità montana e gestione dei servizi sovracomunali, ma ritorna ad essere con Arsiero (che aveva mollato) per quanto riguarda la sicurezza. Quasi un segno del destino. M.SAR.

Enti montani, pioggia di euro

. Postato in Rassegna stampa

IL FATTO. Stanziati 15 milioni per Valli, Posina, Laghi, Lastebasse, Pedemonte, Valdastico, Enego, Asiago e Recoaro. Con i fondi Odi per i Comuni di confine col Trentino, saranno finanziati vari progetti, dalle piste di sci ai campi di calcio e piazze

DAL GIORNALE DI VICENZA DEL 31/07/2013

31-07-2013 GDVSCHIO. Una cascata di milioni di euro sta per inondare i Comuni vicentini che confinano con il Trentino Alto Adige. Il Fondo Odi ha infatti deciso: saranno 15 i milioni destinati a finanziare i progetti di nove paesi nostrani che hanno presentato la domanda e che sono stati accettati dopo le valutazioni dell'apposita commissione. Un risultato ottenuto anche grazie all'impegno dei sindaci Roberto Carotta di Pedemonte e Alberto Toldo di Valdastico che nei mesi scorsi, con altri sindaci veneti e lombardi, avevano dato battaglia all'Odi nella sede ministeriale di Verona per ottenere una maggiore equità nell'assegnazione. Valli del Pasubio, Valdastico, Lastebasse, Laghi, Posina, Pedemonte, Enego, Asiago e Recoaro Terme. In base alla graduatoria “A” (progetti fino a 800 mila euro) sono questi i prescelti che hanno fatto bingo, riuscendo a portare a casa cifre che in alcune casse comunali forse non erano mai state viste prima d'ora. Come ad esempio a Laghi, il più piccolo Comune del Veneto con i suoi 123 abitanti, che si è accaparrato 710 mila euro per la realizzazione di opere viarie e sovrastrutture a favore dello sviluppo delle zone svantaggiate di montagna per contrastarne l'abbandono da parte della popolazione. Ci sono poi Valli del Pasubio (797 mila) con un progetto per la riqualificazione del campo da calcio cittadino, Valdastico (755 mila) che realizzerà una serie di interventi (sottoservizi, separazione acque bianche meteoriche, rifacimento marciapiedi, interramento cavi aerei, arredo urbano) per lo sviluppo del centro abitato di San Pietro, Lastebasse (795 mila) che sistemerà due aree adiacenti alla piazza del capoluogo creando un parcheggio e verde pubblico. Altri 800 mila euro sono andati a Posina per opere di difesa idraulica e viabilistica destinate alla promozione sociale e turistica delle valli di Posina e Terragnolo. La stessa cifra spetta a Pedemonte che la impiegherà per riqualificare e valorizzare le sei frazioni del suo territorio.

Silvia dal Ceredo

Comune di
Posina
Associazione dei 5
Comuni del Pasubio
Ecomuseo della
Grande Guerra
Fondazione
Vivi la Valposina
Marchio Prodotto
della Val Posina
De.Co. vicentine
comune di Posina